Come fare pubblicità su Facebook

Pubblicità su Facebook, come farla bene.

Quante volte durante il giorno veniamo bombardati da inserzioni e messaggi di pubblicità dei quali non ci importa nulla?

Nel mio precedente post ti ho spiegato cos’è l’effetto mi piace e come si crea del marketing positivo; oggi voglio spiegarti come fare bene un’inserzione attraverso la tua pagina fan.

Innanzitutto per creare una pubblicità dobbiamo basarci su 4 passaggi fondamentali:

– analizzare il mercato, compresi relativi competitor e clienti;
– stabilire un target;
– creare la pubblicità;
– ottimizzare le campagne;

Analizziamoli passo passo.

ANALISI DI MERCATO

La pubblicità è pubblicità e per tanto che sia di tipo tradizione o sui social network, non ci si può esimere dalla conoscenza del mercato di riferimento e dei suoi protagonisti.

Prima di realizzare la tua campagna promozionale, dovrai conoscere nel dettaglio tutti gli andamenti del tuo settore d’interesse, come si muovono i tuoi competitori, cosa cercano e sopratutto vogliono i tuoi clienti.

Quali sono i punti di forza, e quali i più deboli, del tuo prodotto? Il tuo brand in cosa si distingue rispetto i tuoi competitor?

Una volta che avrai la risposta a tutte le tue domande, dovrai concentrarti sui tuoi clienti. Che cosa gli piace? Quali sono i loro hobby, film preferiti?
Devi conoscere bene il tuo cliente.

Non a caso, lo scorso 27 Agosto, WhatsApp ha cambiando i termini di utilizzo del servizio: l’azienda, comprata da Facebook, condividerà tutte le informazioni, e attività, del vostro account con Facebook.

Come mai? Semplice, perché le informazioni nei migliaia di messaggi che ci scambiamo, sono utilissime per targettizzare al meglio la pubblicità verso i singoli utenti. Scrivi a un amico che hai bisogno del nominativo di un buon ristorante ed ecco che appena avrai accesso a Facebook vedrai l’annuncio di un ristorante.

Naturalmente potete rifiutare l’iper controllo, deselezionando la spunta nei termini di utilizzo del servizio, entro il 27 Settembre.

STABILIRE UN TARGET

Ora che hai ben chiara la tua nicchia di mercato, bisogna combinare il target, quindi tutte quelle opzioni come età, localizzazione geografica, istruzione, interessi e genere.

Ad esempio, se dovrai promuovere il disco della tua band rock emergente di Milano, potrai targettizzare l’annuncio con un’età compresa tra i 20 e 45 anni, geolocalizzata su Milano e provincia, verso uomini e donne, con interessi come Musica, Concerti e Live.

Così l’inserzione non sarà visualizzata dalla nonna settantenne calabrese che balla solo la taranta.

CREARE LA PUBBLICITÀ

Una volta che hai ben chiaro in mente lo schema promozionale, è ora di creare la tua campagna.

Dalla pagina fan, premi il tasto CREA CAMPAGNA ed inizia con la compilazione di tutti i campi.

Compilazione corpo e testo: qui dovrai essere il più chiaro ed esaustivo possibile sulla promozione del tuo prodotto.

Immagine: che sia d’impatto e sopratutto tua. Ti ricordo che non è legale prendere immagini di altri siti web facendole proprie riutilizzandole. Se non ne hai di tue, puoi acquistarle su piattaforme come iStockPhoto

Programma e prezzo: qui dovrai decidere per quanto tempo tenere attiva la campagna e quanto budget giornaliero, o totale, metterai a disposizione della promozione.

Una volta impostati tutti i parametri, Facebook vi darà un’ipotetico bacino d’interazione con il vostro post; ribadisco ipotetico, e non reale.

OTTIMIZZARE LE CAMPAGNE

Al termine di ogni campagna, vi viene mostrato un report. Quello è la cosa più importante da consultare assieme al monitoraggio delle insight.

I report delle campagne vi aiutano a calcolare il CPF o CPC (Costo per Fan o Click). Prima di tutto bisogna esportare il file in CSV e poi andare a elaborarlo manualmente con excel, o programmi di calcolo similari, così riuscirete a capire quali pubblicità vi portano maggiori interazioni o fan, a costi inferiori.

Hai altri suggerimenti da darmi? Parliamone nei commenti!

Aiutami a condividere l’articolo.

Ciao