Copywriter e web writer: le differenze

Sei più copywriter o content writer?

Classica domanda che viene fatta nel mondo digital inerente alla stesura dei contenuti. Solitamente, dietro a queste due figure, c’è molta ignoranza. Quando cerco di spiegare il mio lavoro, dicendo che scrivo contenuti per il web, la classica frase che mi viene detta è: “Ah quindi fai siti web!”

Dopo un lunghissimo sospiro spiego che creare un sito e creare contenuti non sono propriamente la stessa cosa. Un Web Designer, aiutato da un buon programmatore, creano e costruiscono il sito, io, invece, creo i contenuti da scrivere all’interno del portale.

Questo per farla breve. Se poi vedo che la persona è interessata allora entro maggiormente nel dettaglio e inizio a parlare dei contenuti per blog aziendali, newsletter, presentazioni, opuscoli e chi più ne ha più ne metta. Insomma, metto nero su bianco tutto quello che le aziende vogliono comunicare ai loro potenziali clienti online e offline.

Fino a qualche anno fa le figure del copywriter e content writer, avevano un divario molto più rimarcato rispetto a oggi.

Il primo, solitamente, è molto più formato dal punto di vista del marketing. È il “creativo” che produce contenuti appositamente per campagne pubblicitarie e gioca con le parole per suscitare interesse verso chi sta leggendo, o guardando, un determinato spot.

Il web writer o content writer, invece, è più la figura che trascorre ore e ore a battere caratteri sulla tastiera del suo portatile, cercando di creare e scrivere contenuti che descrivono com’è l’azienda per la quale lavora, che tipologie di prodotti produce, scrive i testi per newsletter, opuscoli, volantini ecc…

Con l’arrivo dei social network, queste due figure si sono avvicinate tantissimo e molto spesso possono essere ricoperte dalla stessa persona.

Cosa fa il web writer?

Ricordi il detto: “Ora et labora” ? Ecco, quasi. Il compito del content writer è quello di produrre testi, lunghi o corti non ha importanza, per l’azienda. I suoi scritti, che siano per blog, newsletter o il sito in se, dovranno essere rigorosamente a prova di SEO, per fare in modo che questi aiutino l’indicizzazione del portale.

Il web writer cura maggiormente la forma del testo, creando testi di qualità che diano maggiore credibilità all’azienda. Sa cosa scrivere e come, ha buona dimestichezza con le parole e sa cosa dire in ogni contesto.

Cosa fa il copywriter?

Il copy è il creativo della situazione. È la figura in grado di farti fare marketing positivo con le sue parole. La sua creatività è in grado di creare contenuti, brevi ed efficaci, che sappiano stregare l’utente e lo convincano che la scelta di quel determinato prodotto è la soluzione migliore per lui.

Studia una frase, o breve testo, e con quelle sue semplici parole permette all’azienda di vendere i propri prodotti o servizi.

Tra i suoi compiti possiamo trovare anche la creazione di annunci pubblicitari, in grado di richiamare l’attenzione di chi li visualizza, scritturare sceneggiature o testi per spot pubblicitari, o anche creare delle Call To Action che funzionino a dovere.

Come dicevo poco fa, inizialmente queste due figure avevano un ruolo ben distinto e tuttora, in alcune aziende, si possono trovare entrambe i ruoli ben distinti. Ma con l’arrivo dei social network, che richiedono una comunicazione più immediata e persuasiva, le due figure stanno tendendo a fondersi, tanto che sempre più copywriter imparano anche il lavoro del web writer e viceversa.

Sono due attività molto complesse con altrettante responsabilità. Ecco perché non è il caso di affidare la stesura dei tuoi testi ai commerciali dell’azienda; saranno molto preparati tecnicamente ma non avranno le competenze di scrittura di con content writer o la creatività comunicativa di marketing di un copywriter.

Hai bisogno di rivedere i testi della tua azienda? Contattami per una consulenza!

Se ti è piaciuto l’articolo, aiutami a condividerlo e segui la mia pagina fan!

Ciao