Instagram per le Aziende: la guida per iniziare.

Come creare un profilo Instagram di successo? La guida completa

A furia di utilizzare Instagram come privato, ti stai rendendo sempre più conto delle sue potenzialità mediatiche, tanto da decidere di aprire un altro account per la tua azienda. Le dinamiche sono simili ma non identiche e questa guida ti aiuterà a non commettere errori.

Oramai ogni singolo profilo Instagram è una community costituita da utenti che costantemente giudicano, apprezzando o meno, le immagini della tua attività.
Secondo il portale web Forrester l’attrazione mediatica di Instagram è maggiore di 58 volte rispetto alle pagine Fan di Facebook e di 120 rispetto ai profili Twitter.

Come mai Instagram è così forte, rispetto ad altri social network?
Perché le immagini hanno un enorme potere comunicativo. La nostra attenzione è maggiormente stimolata da una bella immagine piuttosto che da un testo ben scritto. Hai mai visto una pubblicità d’intimo con la descrizione dell’articolo per iscritto, al posto della foto dei modelli? L’immagine rimane bene impressa nella nostra mente e, se capace di suscitare particolare interesse, ci porterà all’approfondimento della notizia.

Ora che sai perché è importante portare la tua attività anche su Instagram, vediamo assieme come si crea un profilo Aziendale.

Se è la prima volta che ti stai avvicinando a questo social network, ti consiglio di utilizzarlo prima come privato, fare un po’ di esperienza e poi, una volta capite le dinamiche di condivisione e interazione, potrai passare a un profilo aziendale per il tuo brand.

PRIMA DI INIZIARE LA CONDIVISIONE

Come immagine del profilo utilizza il logo della tua azienda e nella bio inserisci tutti i dati di contatto: numero di telefono, email, sito web, indirizzo. Ricorda sempre che quel profilo sta rappresentando la tua azienda all’interno della comunità di Instagram.

Fai ricerca dei tuoi concorrenti e sonda il mercato del tuo settore su Instagram. Cosa condividono, dove hanno maggiori interazioni, cosa chiedono i loro follower. Una volta che hai raccolto tutti i dati a te utili dovrai preparare una strategia di marketing per il tuo profilo.

Parti con il porti degli obbiettivi come:

– Veicolare il traffico web verso il tuo blog;
– Aumentare le vendite;
– Promuovere nuovi prodotti/iniziative;
– Raggiungere nuovi follower;

Naturalmente, gli obbiettivi che andrai a porti, dovranno essere raggiungibili.

Una volta determinati gli obbiettivi, dovrai crearti un piano editoriale per la pubblicazione dei tuoi post.

Instagram, a differenza di Facebook, non ti da la possibilità di programmare la pubblicazione dei tuoi contenuti, ma un tool come Buffer può venirti in aiuto. La prima cosa, però, dovrà essere la chiarezza dei contenuti che dovrai pubblicare e ogni quanto postarli.

I brand con maggiori follower, e interazioni, condividono da 1 a 3 post al giorno, quindi evita di strafare, potresti ottenere l’effetto opposto.

In questa breve guida puoi trovare in che tempi è meglio condividere sui vai social network ma dovrai essere tu ad affinare i tuoi orari e giorni di pubblicazione, sulla base delle interazioni dei follower con i post del profilo.

Che ne dici di prenderci una piccola pausa?

Per scrivere questa guida ho impiegato qualche giorno ed è gratuita ma tu puoi ripagarmi seguendo la mia Pagina Facebook o profilo Instagram

Grazie!

Riprendiamo.

COME CREARE LA TUA IDENTITÀ INSTAGRAM

Scegli lo stile fotografico che più si addice alla promozione del tuo brand; ricorda sempre che stai comunicando.
Seleziona 2 o 3 filtri che propone l’applicazione e cerca di mantenerli nelle pubblicazioni future, di modo che i tuoi follower, quando vedranno uno dei tuoi post, sapranno identificarlo immediatamente come tuo marchio.

Puoi anche modificare le tue foto con le opzioni di fotoritocco già presenti nel tuo smartphone o puoi utilizzare app come Pixelmator (disponibile per smartphone, tablet e computer), VSCO, o qualsiasi altra applicazione con la quale ti diverti a modificare le foto; l’importante è che lo stile sia sempre costante.

Instagram-per-le-Aziende-la-guida-per-iniziare-starbucks

Guarda cosa pubblicano i tuoi follower e vai ad affinare la tua tecnica di pubblicazione. Ricorda che devi creare contenuti che piacciono, e mettono a loro agio, i tuoi seguaci; il profilo è aziendale, no privato. Studia bene gli interessi di chi ti segue e cerca di capire se puoi inserirli nelle tue foto.

Instagram-per-le-Aziende-la-guida-per-iniziare-coca-cola

Ti propongo qualche esempio.

– Hai un negozio di abbigliamento e la maggior parte dei tuoi follower è amante degli animali. Perfetto, puoi creare uno scatto con l’abito indossato da una modella mentre porta al guinzaglio il suo fedele amico a quattro zampe;

– Sei un creatore e venditore di gioielli. Puoi realizzare uno scatto con un modello che sorseggia una tazza di cappuccino dove andrai a mettere in risalto la mano con l’anello della tua ultima collezione;

Gli scatti di vita quotidiana risultano meno invadenti verso gli utenti, creando così maggiore interazione con i tuoi post.

Naturalmente i contenuti che pubblicherai su Instagram dovranno essere consoni con la tua attività. Se vendi abbigliamento pubblicherai foto che riguardano vestiti e accessori, se hai un bar condividerai i prodotti del tuo locale, e così via.

CONDIVISIONE DEI CONTENUTI

Quando pubblichi le foto, non limitarti a scrivere solo il titolo. Ogni tanto è bello creare un titolo breve e che sia d’impatto ma non farne una consuetudine.

Su Instagram non hai limiti di caratteri come, ad esempio, su Twitter, cerca quindi di utilizzare le didascalie per raccontare una breve storia su ciò che stai condividendo. Pochi caratteri ma utili per far si che chi ti segue approfondisca ciò che stai pubblicando.

Utilizza gli Hashtag giusti. In questa guida puoi trovare dei consigli molto utili per il loro corretto utilizzo. Ricorda che l’hashtag giusto può darti più visibilità di quanto credi.

Collega il profilo Instagram con gli altri social network che utilizzi, così da aumentarne la portata mediatica.

Se hai un particolare articolo da promuovere e vuoi raggiungere un pubblico maggiore, puoi utilizzare le campagne di sponsorizzazione a pagamento di Instagram; con la giusta targhettizzazione della campagna puoi dare una notevole visibilità al tuo articolo.

Almeno una volta alla settimana controlla le Insight del profilo. Solo dalle statistiche potrai controllare se stai lavorando nel modo corretto.

Ora, per concludere e ringraziarti di essere arrivato fino a qui, voglio lasciarti un piccolo regalo; un’altra mia piccola guida con 10 trucchi per rendere il tuo profilo Instagram aziendale vincente.

Se ti è piaciuto l’articolo puoi lasciarmi un commento qui sotto e puoi aiutarmi a condividerlo sul tuo social network preferito.

CIAO!