La felicità arriva da Facebook

Può la felicità arrivare da un social network?

La scorsa settimana ho parlato di marketing positivo e dell’effetto mi piace, accennando a come gli utenti che bazzicano su Facebook, e altri social network, preferiscano interagire con altri utenti positivi e tendano a evitare profili, e pagine fan, cariche di negatività e pessimismo. La felicità è la chiave di tutto?

Beh, sicuramente dopo che si trascorrono 8 ore di lavoro, che magari non si adora, in un ufficio con colleghi che non si sopportano, l’ultima cosa che vogliamo è aprire Facebook, o Twitter, e leggere post carichi di pessimismo e fastidio.

Secondo una ricerca condotta presso la Carnegie Mellow University si dimostra che le interazioni sui vari social network, danno lo stesso appagamento emotivo di grossi avvenimenti come matrimoni o la nascita di un figlio.

 

Lo studio, che potete trovarlo pubblicato sul Journal of Computer-Mediate Communication, stima che la “chiave della felicità” sia data dall’interazione di circa 60 commenti mensili ai nostri post da parte dei nostri amici più cari.

Quindi, come nella vita fuori dai social network, la positività è la chiave per una vita migliore e maggiori interazioni. Ma questa è cosa, secondo me, vecchia e abbastanza chiara. Negatività chiama solo altra negatività.

Lo stesso concetto va applicato ai nostri profili social aziendali. Una pagina ben curata, con immagini chiare e ben disposte, testi ben scritti, sono la chiave per invogliare i tuoi potenziali clienti a seguire la tua pagina fan.

Un profilo aziendale poco curato, con post saltuari, scritti male e con i immagini brutte e sopratutto poco chiare, non invita alla lettura e all’interazione ma bensì all’esatto opposto.

Ricorda che l’immagine della tua azienda è importante in ogni carattere; non basta avere una bella sede in una zona prestigiosa di Milano se poi hai un’immagine, dal punto di vista mediatico, vecchia e trasandata.

Il cliente, prima di venire nella tua bellissima sede, guarderà la tua immagine web, quindi fatti trovare in ordine.

Voglio anche precisare che una bella presenza e positività non bastano per soddisfare il tuo cliente.

Una volta che hai attirato la sua attenzione inizierà la parte più difficile, convertirlo in cliente con le tue competenze e professionalità.

Segui la mia pagina Facebook!

Ciao