Mi spiace ma non abbiamo budget

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum

Spesso si ricevono email di risposta ai preventivi che recitano le parole: “Grazie mille per la sua gentile offerta ma purtroppo, non disponiamo di un budget tale per commissionarLe i servizi da lei proposti.”

Vorrei ribadire una cosa a nome dei miei colleghi Freelance: i preventivi li stiliamo sulla base di una richiesta da parte di un cliente, non inviamo proposte lavorative ad ogni azienda che vediamo, quindi sarebbe il caso di correggere il testo con: “Grazie mille per la sua gentile offerta ma purtroppo, non disponiamo di un budget tale per commissionarLe i servizi da noi richiesti.”

Quando un cliente ci contatta, spesso non capisce che lo scopo del nostro sopralluogo conoscitivo è per capire quali sono le sue esigenze su come poter impostare al meglio le campagne di marketing a loro più idonee o come scrivergli dei contenuti ad hoc. Il nostro sopralluogo viene preso come una perdita di tempo e quindi, quando poi siamo seduti di fronte a loro, non capiscono quello che gli stiamo comunicando e si soffermano al:

“Eh io l’ho contattata perché un mio concorrente si appoggia a voi e il suo fatturato è aumentato, mentre noi continuiamo a perdere terreno. Il suo nominativo me l’ha dato un amico col quale collabora e, molto soddisfatto del suo lavoro, dice che potrebbe aiutarci con la parte social network e contenuti del sito, così da recuperare visibilità anche online.”

Veniamo contattati perché consigliati; ottimo perché chi sta collaborando con noi, o lo ha fatto in passato, è soddisfatto del nostro lavoro (marketing positivo) tanto da sponsorizzarci a chi, secondo loro, può avere bisogno.

Però il lato negativo di quella frase è che non è stato il cliente stesso a contattarci di sua spontanea volontà, quindi non è informato sull’argomento o, peggio, non crede nella potenzialità del mondo social network per le aziende e, tanto meno, nei contenuti di qualità da inserire per svecchiare il loro obsoleto “sito vetrina”.

Altra frase, classica, di chi ci contatta “perché questo nuovo tipo di marketing lo usano i concorrenti” è:

“Noi abbiamo un budget dedicato al marketing, però lo stiamo utilizzando in cose che non ci stanno portando i risultati promessi. (Errare humanum est) Anche negli ultimi due anni non hanno portato a nulla ma abbiamo deciso di reinvestire in quel tipo di pubblicità. (perseverare autem diabolicum)“.

Da ragazzino andavo sempre al pub in centro al paese. Era un posto bellissimo. Cibo di qualità, prezzi onesti e birra spettacolare. Poi, il proprietario, ha deciso di investire in altro e ha ceduto l’attività. Inizialmente il nuovo gestore ha mantenuto i soliti standard poi, ha cominciato ad aumentare i prezzi, la birra sembrava acqua di fogna e il cibo era diventato pessimo. Non ho continuato ad andarci, ho cambiato pub.

Se provi una strategia di Marketing che risulta sbagliata, cerca di capire il perché non funziona e cambiala. Non continuare a sbagliare perché, oltre a buttare via tempo e denaro, perdi potenziali clienti.

Un’altra volta, un cliente mi dice:

“Ti contatto perché i miei competitors hanno dei social media manager che gli seguono le pagine social; gli hanno anche costruito e gestiscono un blog aziendale. Cavolo, hanno un sacco di richieste lavorative che arrivano tramite quei canali. Anche io pubblico, quando ho tempo, sulla mia pagina ma non ho risultati. Ho anche comprato 5 mila follower ma nulla, la pagina non funziona.”

Dopo che gli spiego i motivi dei suoi insuccessi e del grosso danno ad aver acquistato dei fintissimi like, il cliente capisce ed esordisce con la frase finale:

“No beh dai mi hai convinto alla grande. Hai ragione iniziamo. Quindi fammi un bel calendario editoriale per il blog, ristrutturami il sito, ti affido la mia pagina fan e valuta pure se è il caso di utilizzare anche altri social network. Però poi ti pago solo se nuovi clienti mi contattano. Sai, non ho budget, il poco che ho lo sto investendo sui canali di cui ti ho parlato poco fa.”

Eh si, vedo come hai capito. Io, cordialmente mi alzo, stringo la mano, saluto e me ne vado. Lui si scoccia perché ho rifiutato la sua mega offerta.

Nessuno vi obbliga ad affidare la vostra immagine al mondo dei social media. È un canale per aumentare ulteriormente la visibilità della vostra azienda. Se il vostro business è tale da farne a meno, sono solo contento per voi ma se i fatturati calano, e gli investimenti di marketing risultano inutili, provate a cambiare strategia.

Questo lavoro, per portare risultati concreti, richiede tempo e costanza, le scorciatoie non esistono!

Ciao!