Il Post perfetto: Twitter

Come promuovere il tuo brand con Twitter

Secondo appuntamento con “Il Post Perfetto”; settimana scorsa ho parlato di LinkedIn, oggi si parla del social network con l’uccellino: Twitter.

La piattaforma di microblogging sbarca sul web nel 2006 e fornisce agli utenti la possibilità di aggiornare la propria pagina personale con messaggi di testo composti da massimo 140 caratteri; dal 2016 i media allegati non fanno più parte di tale conteggio.

Twitter, a differenza degli altri social network, è molto immediato, nell’invio di contenuti, grazie proprio ai suoi messaggi brevi. Con un Tweet possiamo anche condividere link di altri siti web, come ad esempio post dei nostri blog, e categorizzarli con gli appositi Hashtag.

Vediamo assieme come creare un Tweet perfetto.

 

 

LINK BREVI

Come dicevo poc’anzi, uno dei punti forti ma allo stesso tempo deboli di twitter, è il limite di 140 caratteri. Se vogliamo condividere un articolo dal nostro blog e quest’ultimo ha il link molto lungo, rischiate che ti si elimino dei caratteri preziosi per la descrizione del tuo tweet. Niente paura, con l’applicazione “Bitly” potrete ottenere un link molto più breve.

CURA LA PUNTEGGIATURA

Visti i pochi caratteri a disposizione, uno degli errori più gravi, è quello di tralasciare la punteggiatura. Ora, non è che ci chiamiamo tutti Dante o Shakespeare però spesso leggo alcuni tweet che mi ricordano quando la vecchia Omnitel regalava 100 sms al giorno ai suoi abbonati. Si messaggiava giorno e notte fino a quando, per risparmiare preziosi sms, si digitava: “CiaoCmStai?TtBn?KeFaiDbll?

Non rendere il tuo tweet un codice fiscale, piuttosto studia con più calma cosa vuoi comunicare e cerca di scrivere l’essenziale.

CREA UNA “CALL TO ACTION”

Letteralmente “Chiamata all’azione”; quindi cerca di creare un messaggio chiaro che porti ad un’azione. Vuoi che il lettore clicchi sul link che riporta al tuo blog? Perfetto, cerca un articolo che sia interessante e crea un messaggio accattivante che faccia da calamita per il tuo blog.

MENZIONA

Se pensi che il tuo tweet sia utile per determinati tuoi follower, menzionali con @nomeutente; con questo sistema creerai un’interazione immediata con il tuo messaggio. Naturalmente non abusarne condividendo in continuazione tuoi articoli menzionando chiunque, altrimenti rischierai di venire bloccato dai tuoi stessi follower.

HASHTAG

Oramai avrai capito quanto mi piacciono gli Hashtag. Io li trovo molto utili e sono, purtroppo o per fortuna, poco e male utilizzati. Pochi hashtag ma d’impatto, che servano per farti trovare nelle ricerche. Controlla le tendenze di twitter, dove finiscono i tweet di tendenza del momento, sono i più digitati. Se consoni col tuo argomento, utilizzali per promuovere il tuo tweet.

UTILIZZA IMMAGINI

I media visivi hanno un impatto maggiore rispetto ai soli contenuti scritti. Questa cosa spero sia chiara a tutti. Dove possibile, al tuo tweet, aggiungi un’immagine, possibilmente bella e, sopratutto, tua.

Per finire, un piccolo consiglio che però non serve per l’impaginazione del tuo tweet.

RETWITTA

Non aver paura a utilizzare il tasto RT (retweet), serve per condividere sulla tua bacheca, i contenuti di altri utenti che ritieni utili per i tuoi follower. Se inizierai a seguire altri utenti, come aziende del settore, e inizierai a condividere i loro contenuti, anche loro faranno lo stesso con te.

La tua azienda ha un profilo Twitter?

Seguimi per non perdere i prossimi post!

Ciao