Profilo Utente e Pagina Fan: le differenze

Perché se siamo un’azienda è meglio non creare un profilo utente?

All’inizio Facebook era meno restrittivo, rispetto a oggi, con i nomi degli utenti. Ora, per un discorso di privacy e sicurezza ha dato un bel giro di vite e per quanto riguarda il profilo personale non si scappa; NOME e COGNOME reali.

Via a pseudonimi e nomi inventati, no a profili aziendali o brand.

Ma perché non posso creare un profilo utente per la mia società? Questo è uno degli errori che si commettono maggiormente su Facebook e ne ho parlato qualche giorno fa in 6 errori da non fare su Facebook.

Facebook nasce per creare relazioni sociali tra le persone e così vuol rimanere.

All’inizio era possibile creare dei profili utente con il nome delle nostre attività, il piccolo problema è stato che naturalmente se ne è abusato; inviti a eventi promozionali tempestivi, spam di messaggi, confusione nella comunicazione.

Si hai letto bene, confusione nella comunicazione.

Spesso chi utilizzava il proprio profilo utente a nome dell’azienda, poi si ritrovava a pubblicare anche idee private, risultati calcistici, foto glitterate, gattini, foto di figli o nipoti al parco, la grigliata di ferragosto in spiaggia. Stai uccidendo letteralmente l’immagine della tua attività.

Così, soprattutto negli ultimi anni, il caro Mark Zuckerberg ha deciso di scindere le due cose: vita privata e Marketing.

In tanti vedono nella pagina fan un limite, rispetto al profilo utente, invece non è assolutamente così, e ora cercherò di dimostrartelo.

Il profilo utente ha un limite di 5000 contatti, la pagina fan non ha limiti. Questo è un enorme vantaggio. Perché limitare la visibilità della mia azienda a 5000 persone se ne posso raggiungere almeno dieci volte di più?

Sulla mia pagina fan posso pubblicare e parlare solo ed esclusivamente del mio brand o attività, senza risultare noioso. Perché?

Semplice, se segui la mia pagina è perché sei interessato ai miei contenuti e a ciò vendo, o rappresento, quindi non ti infastidisce vedere i miei articoli con costanza; è una decisione che hai preso tu quando hai cliccato MI PIACE alla mia pagina. Sul profilo utente invece obbligavi un amico, o un parente, a diventare tuo “amico” e finivi per essere nascosto dalla sua timeline perché a lui, della tua azienda, interessa poco e nulla.

Nel tuo profilo privato puoi parlare tranquillamente della tua squadra del cuore, pubblicare le tue foto private e non farai figuracce con i tuoi potenziali clienti che, al contrario, sono interessati alla tua attività e non alla tua vita privata.

La pagina fan ti permette di sponsorizzare i tuoi contenuti, cosa che con un profilo utente non potresti mai fare. Inoltre le pagine fan hanno le stesse caratteristiche dei profili privati come:

– Creazione eventi;
– Ricezione ed invio messaggi privati;
– Condividere Foto e Video;

Inoltre ha molte più funzionalità rispetto a un profilo utente:

– Puoi inserire il link al tuo sito web;
– Creare un pulsante “azione”;
– Inserire informazioni di dettaglio della tua attività come bio, indirizzo, mappa, recapiti telefonici;
– Promozione articoli;
– Monitoraggio azioni tramite Insights;

Così facendo darai un’immagine più professionale della tua attività.

Fai attenzione, se hai un profilo utente e lo stai gestendo come profilo lavorativo, ha i giorni contati. Prima o poi Facebook se ne accorgerà e ti invierà una bella mail dove ti avviserà che il profilo è stato bloccato e, mi spiace, non potrai recuperare nulla né tantomeno sbloccarlo.

Anticipa il tutto e vai nelle impostazioni e trasforma il tuo profilo utente in una pagina fan!

Cosa ne pensi? Dimmi la tua tra i commenti.

Ciao!