Scrivi oggi quello che servirà domani

Ma perché scrivi sempre articoli per il tuo blog?

Molte volte mi viene fatta questa domanda e oggi ho deciso di scrivere questo articolo per dare una risposta definitiva, o quasi.

Prima però voglio farti tornare indietro di qualche anno.

Ricordi quando, da bambini, nostro nonno, o nostro padre, tutte le settimane lavavano l’auto, controllavano la pressione delle gomme, monitoravano il livello dell’olio e l’acqua nel radiatore; prima di ogni “viaggio”, anche di soli 100 km, facevano fare la messa a punto dal loro meccanico di fiducia.

Durante i viaggi più lunghi sosta ogni due ore per far raffreddare il motore, rigorosamente con cofano aperto, e ogni sera, l’auto, veniva coperta con il telo.

Le automobili, trattandole in questo modo, duravano parecchio di più e richiedevano molta meno manutenzione dovuta all’usura.

Ma cosa c’entra questo esempio con i contenuti che settimanalmente produco, o produciamo, per i blog?

Come i nostri genitori, o nonni, avevano cura per i propri autoveicoli per far si che durassero anni, anche noi dobbiamo fare in modo che i nostri testi siano utili non solo oggi ma sopratutto per domani.

Lo scopo di un blog aziendale è quello di creare contenuti che diano soluzioni agli utenti che cercano risposte sul web, sperando che il lettore si affezioni al nostro portale, andando così a generare traffico web e sperando che un giorno possa diventare un nostro potenziale cliente.

Sempre i contenuti sono responsabili dell’indicizzazione del nostro bel portale Web. Più contenuti, più possibili visite grazie a un buon posizionamento offertoci da Google.

Un altro motivo per il quale devi iniziare a scrivere oggi, per domani, è perché in questo momento una parte di tuoi concorrenti è già in rete, mentre un’altra parte, e ti assicuro che sono tantissimi, non sa neanche di cosa stiamo parlando.

Ogni volta che tu non scrivi un articolo stai regalando un vantaggio ai tuoi concorrenti.

Fare del buon Content Marketing ti darà la possibilità di avere un grosso vantaggio, sul web, rispetto ai tuoi concorrenti.

Poi, più articoli scrivi oggi, più ne avrai pubblicati tra un mese, o un anno, rispetto ai tuoi competitors.

Non dimentichiamo anche, che più tempo passiamo facendo una determinata cosa, e più ne prendiamo confidenza.

Quindi il tuo vantaggio non sarà solo a livello di quantità di contenuti scritti ma anche di qualità dei post stessi che andrai a pubblicare.

Tutto quello che produciamo oggi, verrà indicizzato da Google domani.

Con domani non intendo letteralmente il giorno successivo ad oggi, sia chiaro; ci vogliono almeno da due a tre mesi, prima che il più grande motore di ricerca del Web si accorga del tuo lavoro.

Inoltre non devi basarti solo sul contenuto in sé come semplice creatore del medesimo ma devi progettarlo come se tu fossi il fruitore dello stesso.

Quando cerchiamo in rete la soluzione ai nostri problemi, siamo soddisfatti quando troviamo del materiale che sia totalmente esaustivo per le nostre richieste.

Facciamo un esempio:

“Sono un appassionato di fitness e cerco dei nuovi spunti alimentari per continuare a mangiare sano ma in modo diverso dal solito pollo alla griglia e insalata così, navigando in rete, cerco siti web dove parlano di alimentazione abbinata al mondo del fitness ma trovo solo contenuti poco chiari e confusionari.
Poi un pomeriggio trovo il blog del Personal Trainer Pippo che mi illustra con una serie di video ricette, e approfondimenti scritti, delle varianti per cucinare il petto di pollo di cui una ricetta con quinoa e pomodoro.”

Il blog del PT Pippo ha dato una soluzione, chiara e semplice, alle mie domande.

Non importa che il contenuto sia stato di tipo testuale o video, l’importante è che ha dato una soluzione alle mie risposte in modo efficace.

Il nostro caro Pippo si sta portando avanti in termini di “tempo” rispetto ai suoi concorrenti, ma è anche conscio del fatto che i suoi follower hanno pochissimo tempo a disposizione da donargli; ecco perché ha creato un video e un articolo.

Un buon blogger deve sapere che oltre a saper dare una soluzione efficace a un problema, deve cercare di trasmetterla in poco tempo al suo utente.

Chi non ha voglia di leggere la ricetta, guardando il video da 30 secondi, imparerà come preparare il pollo con la quinoa. Naturalmente sarà a cura dell’utente l’eventuale approfondimento della ricetta attraverso i post scritti.

Non dimenticare mai che quando un utente arriva sul tuo sito, se non trova risposta ai suoi problemi, scapperà dalla tua piattaforma dopo soli 4 o 5 secondi.

Assicurati che il tuo blog sia chiaro, responsive e che i tuoi contenuti che scrivi diano risposte e soluzioni reali.

Quindi, quando pensi a cosa pubblicare, e come, valuta bene il tipo di contenuto che andrai a creare studiandolo con gli occhi dell’utente che cerca una soluzione.

Questo ti darà la possibilità di trovare degli spunti maggiori per la creazione del tuo contenuto.

Leggi, documentati e sii curioso, questo per trovare argomenti dove potrai essere il primo a trattare dando consigli, o soluzioni, verso argomenti che non sono ancora stati trattati.

Non dimenticare il focus comunicativo del tuo blog e di scrivere per i tuoi potenziali clienti senza andare fuori tema d’argomenti.

Ciao!