SEO: Search Engine Optimization.

Serve la SEO? Ma non era morta?

Se navighi su internet da anni, ti sarai accorto che il comportamento, in rete, degli utenti è molto cambiato rispetto a qualche annetto fa.

Tutti, noi compresi, siamo diventati molto più esigenti nella ricerca di informazioni e pretendiamo di trovare risposte degne delle nostre domande. La ricerca di contenuti ottimi e di qualità sembra essere in continua crescita.

Il tutto è contornato anche da un’esperienza di navigazione ottimale dove non vogliamo inutili distrazioni, o interruzioni, mentre navighiamo su un portale web. Un sito potrà essere ricco di informazioni utili ma se nei caricamenti è estremamente lento, o non visibile in maniera impeccabile da ogni tipo di dispositivo, verrà abbandonato dopo pochi istanti.

Quando crei una piattaforma web, tendi a studiarla e modellarla secondo i tuoi criteri di valutazione e conversione dei contenuti: creazione modulo di iscrizione newsletter, aumento delle visite con sponsorizzazioni, landing page, conversioni; ma siamo davvero sicuri che stai parlando la stessa lingua di Google?

La SEO può aiutarti a farti trovare nuovi clienti ma solamente se lo farai alla maniera di Google e non a modo tuo.

In questi anni Google ha cambiato, migliorando, più volte il proprio algoritmo per agevolare la Search Engine Optimization; questo per cercare di affinare quanto più i criteri di indicizzazione delle migliaia di portali web che mensilmente vengono caricati in rete.

Ogni mese avvengono dei cambiamenti per quanto riguarda la SEO ma possiamo focalizzarci su dei punti chiave, che Google ritiene fondamentali per indicizzare i siti web: i click behavior

I click behavior sono le azioni web che compiono gli utenti a seguito di una ricerca su Google.

Pogostiking: è uno degli elementi negativi che ci farà perdere il nostro posizionamento. Avviene quando un utente imposta una determinata chiave di ricerca su Google, trova il nostro portale web, vi naviga ma non trova risposte alle sue domande, quindi torna immediatamente indietro e consulta gli altri risultati della ricerca;

Short Click: avviene quando un utente clicca sul vostro link ma ritorna subito indietro sul motore di ricerca;

Long Click: quello che ogni portale predilige. Che un utente torni su Google, dopo aver visionato i nostri contenuti, il più tardi possibile;

Next Click: è il link che andrà a cliccare l’utente a seguito del Pogostiking;

Next Search: indica una nuova ricerca da parte del navigante;

Click-Trough Rate: viene definito il rapporto tra le visualizzazioni dell’Advertising e il numero reale di interazioni su di esso.

A CHI TI RIVOLGI?

Hai idea a chi ti rivolgi con i tuoi contenuti? Conosci davvero i tuoi potenziali clienti?

Non dimenticare che il fattore umano è sempre alla base di ogni corretta strategia di marketing. Se vuoi convertire un utente in lettore, o cliente, dovrai cercare di sapere a priori cosa lui vuole; è questa la base per una perfetta esperienza utente.

Devi sapere cosa vogliono i tuoi clienti, cosa e come compiono ricerche online, come interagiscono con foto, video e blog aziendali, hai maggiori conversioni da uomini o donne?

Una volta definiti questi parametri potrai iniziare a impostare la SEO adatta al tuo portale.

Probabilmente non avrai risposta immediata a tutte queste domande ma hai uno strumento molto efficace e indispensabile da utilizzare per poter monitorare tutte queste informazioni: sono le Insight.

Solo con un’attenta analisi mirata potrai definire che tipo di comunicazione adottare per ottimizzare al massimo il tuo traffico web.

Volendo, per facilitarti questo tipo di raccolta dati, potresti creare dei sondaggi attraverso il tuo portale web, o sui social network, per capire cosa preferiscono trovare gli utenti sul tuo sito con domande tipo: “Che tipo di contenuti vorresti trovare sul nostro blog? Quali prodotti preferisci?” e sulla base delle loro risposte andrai poi a organizzare i tuoi contenuti.

CONTENUTI

Dopo che hai capito cosa prediligono i tuoi utenti ideali, puoi iniziare a creare i tuoi contenuti; ma ricorda che dovranno essere molto attraenti per gli utenti ma sopratutto per i motori di ricerca.

Tutti i post dovranno essere “human friendly”, per fare in modo che chi andrà a leggerli li trovi quanto più confortevoli possibile. Anche Google valorizzerà questo tipo di contenuto, perché si accorgerà del flusso di traffico costante che riceveranno.

Utilizza titoli, e sottotitoli, per dare maggior significato e fluidità di lettura per i tuoi utenti. Arricchisci i testi con elenchi, grassetti e corsivo; questo tipo di formattazione darà più scorrevolezza nella lettura andando a dare maggiore rilievo a determinate parti del tuo testo. Naturalmente non dovrai abusarne altrimenti perderanno d’efficacia.

Ogni contenuto che andrai a creare, dovrà garantirti due cose fondamentali:

Il ritorno dell’utente sul tuo portale per continuare a consultare in futuro le tue pagine;
la conversione da utente a cliente.

È questo lo scopo fondamentale dei tuoi contenuti.

Più utenti riuscirai a far tornare sul tuo portale e maggiori feedback positivi riceverà il tuo sito, in questo modo Google, e gli altri motori di ricerca, indicizzeranno maggiormente il tuo portale dal lato SEO.

Tutto ciò che produrrai dovrà essere unico, quindi fai una ricerca delle keywords più ricercate in rete per trovare i contenuti più adatti alle esigenze dei naviganti.

La SEO aumenta quando il portale è fluido e veloce nei caricamenti, quindi assicurati che il tuo sito sia veloce, con un hosting performante, e che le immagini e i video siano ottimizzati pur mantenendo un’ottima qualità.

I contenuti media dovranno avere, tra i tag, la parola chiave che vorrai andare a indicizzare per essere trovata dalle ricerche web degli utenti.

La struttura del portale dovrà essere ben costruita e i codici di programmazione, html e CSS dovranno essere necessariamente puliti e corretti.

Gli utenti sono sempre più esigenti e noi dobbiamo garantire loro che i nostri portali siano ricchi d’informazioni utili, di qualità e, sopratutto, ultra veloci. Solo così potrai avere una SEO di successo.

Vuoi un’analisi dei contenuti del tuo portale Web? Contattami per una consulenza.

Ciao.