Serve pubblicare Hashtag su LinkedIn?

Spesso si dice che su LinkedIn gli Hashtag siano inutili.

Beh, se è per questo, c’è anche gente che sostiene che LinkedIn sia inutile.

Come ho spiegato più e più volte, gli Hashtag sono uno strumento utilissimo per le ricerche; per chi non lo sapesse, viene definito Hashtag il simbolo # seguito da una parola che vogliamo categorizzare.

Il tutto è nato da Twitter, per aumentarne l’engagement del Tweet. Pubblicando un messaggio, con uno o due hashtag mirati, si aumentano drasticamente le interazioni col post, in quanto il social network dal cinguettio facile vi da la possibilità di dare una categoria ben definita.

In seguito il proliferare dei Tag ha raggiunto anche gli altri social network quali Facebook, Instagram, Google+ e LinkedIn.

Lo scopo dell’hashtag è quello di trovare, o far trovare ai propri follower, un determinato post categorizzandolo in modo mirato.

Ti faccio un esempio:

Se pubblichi su instagram la foto di una torta della tua pasticceria, per promuoverne la vendita, utilizzerai degli hashtag inerenti al settore della pasticceria, andando magari a inserire come tag anche alcuni degli ingredienti e la città dove hai il negozio.

Questo per far si che gli amanti della pasticceria, e dolci in genere, possano visualizzare post a seguito della loro ricerca mirata.

Su LinkedIn, l’utilizzo degli Hashtag è leggermente diverso, ovvero, se su Facebook, Instagram o Twitter, vi basterà cliccare sul tag di riferimento per trovare tutti i post correlati, su LinkedIn dovrete inserirlo nel campo ricerche.

Così, il plugin di ricerca vi troverà tutti i post, o profili, correlati ai vostri tag di ricerca.

Guarda questi due esempi di ricerca, uno con hashtag e l’altro senza;

hashtag-linkedin-1
hashtag-linkedin-2

Come puoi vedere il tipo di risultati trovati sono totalmente differenti.

Quindi non è vero che su LinkedIn gli hashtag non servono, bisogna solo saperli utilizzare sia per farsi trovare ma anche per cercare ciò che a noi interessa.

Poi, un tag in più non fa mai male, ricorda che tutto quello che scriviamo finisce su Google, quindi anche i tuoi post di LinkedIn, se contengono i giusti tag, verranno ritrovati anche in altre ricerche, non solo in quelle vincolate dal Social Network.

Inoltre, se un domani LinkedIn dovesse decidere di applicare l’utilizzo degli hashtag come per Twitter, i tuoi vecchi post saranno già belli che targhettizzati.

Ciao!