Storie di Facebook (e Whatsapp): ma servivano davvero?

Mark ma che storie mi racconti?

Oramai è risaputo che il caro Zuckerberg quando non può ottenere una cosa, la copia.

Gli piaceva Instagram? Comprato.

Voleva creare un sistema di messaggistica universale, Messenger (grandissimo flop), così ha deciso di acquisire Whatsapp.

Snapchat ha iniziato a fare dei gran bei numeri d’utilizzo tra gli utenti, grazie al suo sistema di storie temporanee, quindi perché non copiarlo e aggiungere questa opzione su Instagram?

Personalmente non ho molto tempo per dedicarmi a tutti i Social Network così, utilizzando Instagram, ho iniziato a pubblicare anche io le mie “storie”. L’idea non è originale, si sà, ma è molto carina per condividere con i propri follower gli attimi della propria giornata, o semplicemente consigli lavorativi.

A dirla tutta, Instagram Storie, non mi dispiace e ho parlato delle differenze con l’app del Fantasmino nel post “Snapchat vs Instagram: guerra tra storie.”

Qualche giorno fa, il caro Facebook, introduce qualcosa di estremamente innovativo: Storie di Facebook.

La novità sta nel fatto che potrete condividere i vostri attimi giornalieri, i quali si cancelleranno dopo sole 24 ore dalla pubblicazione! Che bomba, vero?

Okay la competitività tra social ma questo aggiornamento era così indispensabile? Tralasciando il fatto che l’applicazione Facebook per smartphone ha continui bug che la rendono totalmente inutilizzabile, io continuo a chiedermi perché sono state introdotte le storie sulla piattaforma del buon vecchio Mark.

Instagram è di Facebook, quindi stiamo parlando di un doppione o sbaglio?

A breve su IG avremo la possibilità di creare degli album fotografici, come su Facebook.

Avremo praticamente due social network quasi identici, a parte la possibilità di poter condividere degli status scritti. Ah no scusate, proprio nelle prossime ore Whatsapp rilascerà un nuovo aggiornamento.

Storie disponibili anche per Whatsapp!

L’applicazione vi darà la possibilità di scrivere degli “status” temporanei della durata di 24 ore! Mamma mia che mega novità!

Polemiche e sarcasmo a parte, personalmente, non vedo proprio l’utilità mediatica di queste nuove funzioni.

Quando pubblichiamo delle storie su Instagram, o delle semplici foto, grazie all’utilizzo degli hashtag possono essere visualizzati anche da utenti esterni ai nostri follower e, se interessati alle nostre condivisioni, potrebbero iniziare a seguirci.

Su Facebook questo non è possibile, le storie sono visibili solo dalla nostra cerchia di amicizie, quindi a cosa servono?

Qual’è l’utilità di pubblicare uno status temporaneo?

Io è dal 2009 che non modifico il mio ma vedo parecchi contatti che l’hanno sempre utilizzato per comunicare messaggi tipo: “Sono in riunione solo messaggi no chiamate” – “Mi sto allenando, non disturbare”.

Tutti gli utenti avranno notato il declino qualitativo di Whatsapp da quando è passata in mano a Mark. E sicuramente avrete anche notato dei disservizi dell’applicazione Facebook per smartphone; continui crash e bug la rendono praticamente inutilizzabile.

Dopo questi aggiornamenti credo fermamente che, come utilizzo utente, Facebook sia sempre più in calo, e che stia cercando di prendere qualsiasi cosa gli altri utenti utilizzino per cercare di rimanere a galla tra chi è ancora affezionato al Social che ha cambiato il mondo dei media.

Vedo troppi inviti a compiere azioni di condivisione come ad esempio: “Sembra che tu sia spesso presso XX, condividilo per farlo sapere ai tuoi amici” – “Benvenuto all’aeroporto di Amburgo, fai sapere ai tuoi amici dove ti trovi”.

I Social Network, e in particolar modo Facebook, hanno cambiato drasticamente il nostro modo di interagire tra utenti e di recuperare notizie.

C’è chi, come me, ne ha fatto un’attività o li utilizza per promuovere il proprio brand ma non dimentichiamoci che sono sempre delle piattaforme e alla base di tutto ci sono le persone.

Io, per i servizi di messaggistica utilizzo iMessage, di iPhone, e Telegram dove ho anche un canale che ti permette di rimanere aggiornato, gratuitamente, su tutte le miei news.

Digerivo poco Whatsapp e dopo questo ultimo e inutile aggiornamento, molto probabilmente, andrò a eliminarla del tutto.

A dirla tutta, le storie di Instagram, non mi dispiacciono; ho parlato delle differenze con l’app del Fantasmino nel post “Snapchat vs Instagram: guerra tra storie.”

E tu, cosa ne pensi?

Se ti è piaciuto l’articolo, puoi aiutami a condividerlo con i tuoi contatti.

Ciao!