Whatsapp Storie: come usarle a nostro favore

Storie anche su Whatsapp?

Non abbiamo fatto in tempo a digerire l’arrivo delle storie su Facebook che sono sbarcate anche su Whatsapp. Erano così indispensabili? Personalmente penso propio di no.

Girano voci che le aziende avranno la possibilità di fare campagne a pagamento mirate proprio attraverso la tanto amata applicazione dedicata alla messaggistica.

Verità? Solo voci di corridoio? Chi può saperlo, fino al giorno che non vedremo pubblicità tra una chat e l’altra, non sapremo se questa è solo una diceria o se sarà la realtà.

Come in tutte le novità, gli utenti tendono a utilizzare un sacco le cose nuove, fino a quando si stufano del giochino nuovo e tornare alla normalità.

Ho tenuto monitorato l’utilizzo dei miei contatti di Whatsapp Storie e ho notato che, a parte l’euforia di una trentina su quasi circa 400 contatti iscritti all’app nella prima settimana dal lancio, l’interesse è totalmente sceso quasi subito.

Ad oggi, sporadicamente, uno o due contatti, vanno a condividere un aggiornamento, il resto si è già stancato.

Io continuo a pensare che questa nuova funzionalità sia superflua ma visto che c’è, perché non utilizzarla per promuovere il proprio brand?

Se un utente ha il tuo numero di telefono, presumo che vi sentiate o che avete collaborato in passato, quindi puoi sfruttare le Whatsapp Storie per condividere degli aggiornamenti inerenti alla tua attività come l’eventuale lavorazione, o studio, di nuovi prodotti esclusivi.

Questo può aumentare l’interesse verso il tuo marchio tanto da poter portare l’utente a seguire in modo più assiduo il tuo blog aziendale, o pagina fan cercando più informazioni inerenti a ciò che hai condiviso.

Un altro uso che poi fare di questa nuova funzionalità di Whatsapp è condividere immagini che riportano articoli del tuo blog o profili social, cercando sempre di incuriosire i tuoi contatti ad approfondire il tutto e magari rimediare un nuovo lettore o follower affezionato.

Insomma, non sempre le nuove funzionalità sono indispensabili però, se ci sono, cerchiamo di utilizzarle al meglio per i nostri scopi.

Ciao!